L'articolo è stato letto 511 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Bonus rottamazione TV

Ogni famiglia potrà richiedere fino al 31 dicembre 2022 il bonus di 100 euro per cambiare il vecchio televisore e comprarne uno nuovo compatibile con i nuovi standard di trasmissione del digitale terrestre di nuova generazione. Attiva dal 23 agosto la piattaforma della Agenzia delle Entrate per i rivenditori.

Il Bonus rottamazione TV a cui possono accedere tutte le famiglie in quanto non prevede limiti di ISEE intende favorire la sostituzione dei vecchi apparecchi tv ormai obsoleti rispetto all’attuale tecnologia, garantendo cosí il rispetto della tutela ambientale e incentivando la promozione dell’economia circolare attraverso uno smaltimento corretto dei vecchi apparecchi.

Le risorse destinate ammontano a 250 milioni di euro ma ne occorrerebbero 900 secondo una stima Auditel-Ipsos sono 9 milioni i proprietari di televisori acquistati prima del 2018. Il rischio è che appena sarà pronta la piattaforma che consentirà ai negozianti di riportate tutti i dati dei beneficiari per ottenere lo sconto le risorse si esauriranno velocemente considerate le numerose richieste che potrebbero arrivare. 

Tre i requisiti per poter richiedere il Bonus rottamazione TV:

  • avere la residenza in Italia
  • voler rottamare un televisore comprato prima del 22 dicembre 2018 o consegnando l'apparecchio al rivenditore o in alternativa portarlo in una discarica autorizzata che rilascerà un attestato da portare al rivenditore
  • essere in regola con il pagamento del canone. Quest’ultimo requisito non è previsto per i cittadini di età pari o superiore a settantacinque anni, i quali sono esonerati dal pagamento del canone.
  • acquistare un nuovo apparecchio compatibile con i nuovi standard di trasmissione del digitale terrestre di nuova generazione entro il 31 dicembre 2022.

L'agevolazione consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d'acquisto, anche online, fino a un massimo di 100 euro, che si può ottenere rottamando un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018. I televisori acquistati successivamente al 22 dicembre 2018 sono già compatibili con il nuovo digitale terrestre.

Ogni nucleo familiare potrà richiedere il bonus limitatamente ad un solo apparecchio tv.

Il bonus consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d'acquisto, fino ad un importo massimo di 100 euro.

Il contributo per la rottamazione della TV è cumulabile per l’acquisto di un apparecchio anche con il precedente incentivo (Bonus TV Decoder) per coloro che siano in possesso di tutti i requisiti richiesti.

Prima di procedere alla rottamazione, bisogna scaricare e compilare il modulo di autodichiarazione che certifichi il corretto smaltimento.

La rottamazione può essere effettuata direttamente presso i rivenditori aderenti alla iniziativa presso cui si acquista la nuova televisione, consegnando al momento dell’acquisto la TV obsoleta. In tal caso sarà poi il rivenditore a occuparsi del corretto smaltimento dell’apparecchio fruendo di un credito fiscale pari allo sconto applicato all’acquirente.

In alternativa, si può consegnare la vecchia TV direttamente in una isola ecologica autorizzata, prima di recarsi ad acquistare la nuova. In questo caso, l’addetto del centro di raccolta RAEE deve convalidare il modulo, che certifica l’avvenuta consegna dell’apparecchio. Con il modulo firmato l’utente potrà recarsi nei punti vendita aderenti e fruire dello sconto sul prezzo di acquisto.

Per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del bonus è a disposizione dei cittadini una lista di prodotti “idonei”.

Il bonus rottamazione TV è operativo dal 23 agosto. L’incentivo sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate.

 

Fonte: Decreto 7 luglio 2021, Ministero dello Sviluppo Economico

 

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua