L'articolo è stato letto 1007 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Raffaella Greco: un mio pensiero sulla Pace

Tra vita, morte, guerra e pace, siano esse madri o no, a qualunque latitudine e longitudine, cultura e credo religioso, le donne si sono sempre distinte per una cosa, la dignità ……

Stamattina mi è stato chiesto di esprimere un mio pensiero sulla Pace, e di correlarla in qualche modo alla celebrazione della giornata della donna.

Sarà che non credo a questa giornata, sarà che ho sempre pensato che il bello sta proprio nella differenza tra essere uomo ed essere donna, proprio in questa differenza oggi mi vien solo da pensare alla donna come madre.

E questa guerra la stanno combattendo loro: madri di quei piccoli che vi fanno vedere in televisione tormentati dai bombardamenti, dal freddo e dalla fame; madri impegnate a salvare i propri figli, a proteggerli in abbracci che sembra quasi possano tenerli lontani dalla realtà che stanno vivendo. Madri anche di quei giovani soldati al fronte che stanno combattendo una guerra non loro, e che appena hanno la possibilità di mandare un messaggio, diventa subito un appello alle loro madri.

E allora mi piace ripostare questa frase di Oriana Fallaci, donna così distante da me e dal mio pensare, ma così vera, e mai stata tanto attuale, una inviata di guerra che nei momenti di riflessione ha dato ampio spazio ai pensieri delle donne, così come nei quaderni di “Storia di un’italiana”

“Molte donne si chiedono: metter al mondo un figlio, perché? Perché abbia fame, perché abbia freddo, perché venga tradito ed offeso, perché muoia ammazzato alla guerra o da una malattia? E negano la speranza che la sua fame sia saziata, che il suo freddo sia scaldato, che la fedeltà e il rispetto gli siano amici, che viva a lungo per tentar di cancellare le malattie e la guerra”

Ma tra vita, morte, guerra e pace, siano esse madri o no, a qualunque latitudine e longitudine, cultura e credo religioso, le donne si sono sempre distinte per una cosa, la dignità.

Che a volte sembra allontanarsi, sembra quasi ci abbandoni ma che richiamiamo a noi con ancora più forza e determinazione anche perché abbiamo la consapevolezza di doverla trametter a chi ci sta intorno, e anche qua mi appello ad un pensiero della Fallaci, quasi un mantra:

“Ho sempre avuto l'ossessione della dignità e pensato che la cosa più importante fosse vivere con dignità, ora so che c'è una cosa ancora più difficile, ancora più importante che aver vissuto con dignità: è morire con dignità. E questa è, questa sarà, la vera prova del fuoco.“

 

Raffaella Greco

Coordinatrice Campus LUM SCHOOL OF MANAGEMENT Milano

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua