L'articolo è stato letto 826 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Sport: ristoro di spese sanitarie e di sanificazione

Definite modalità e termini di presentazione delle richieste di erogazione del contributo a fondo perduto a ristoro delle spese sanitarie, di sanificazione e prevenzione e per l'effettuazione di test di diagnosi dell'infezione da COVID-19.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento dello Sport, ha definito modalità e ai termini di presentazione delle richieste di erogazione del Bonus Sanificazione.

I contributi a fondo perduto a ristoro delle spese sanitarie, di sanificazione e prevenzione e per i test diagnostici per il COVID possono essere richiesti da società sportive professionistiche e società ed associazioni sportive dilettantistiche. Le associazioni sportive dilettantistiche devono risultare iscritte al registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche, istituito presso il Dipartimento per lo sport ai sensi del D.Lgs n. 39/2021.

Sono ammissibili le seguenti spese sostenute tra il 1° febbraio 2020 e il 31 marzo 2022 per:

  • la somministrazione di tamponi, sia antigenici che molecolari;
  • la sanificazione degli ambienti in cui si svolgono le attività;
  • l’acquisto di prodotti detergenti, disinfettanti e di dispositivi di protezione individuale;
  • l’acquisto di altri dispositivi di sicurezza come termometri, termoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, colonnine automatiche per gel igienizzante, gel igienizzante, incluse le eventuali spese di installazione;
  • barriere e pannelli protettivi, incluse le eventuali spese di installazione;
  • la somministrazione di test sierologici per la ricerca di anticorpi anti SARS-CoV-2;
  • i costi del personale sanitario specializzato, che non siano già a carico della finanza pubblica;
  • gli accertamenti effettuati a coloro che operano nell’ambito delle attività lavorative e istituzionali esercitate dagli aspiranti beneficiari:
    • Visita medica;
    • Esame clinico effettuato dal Responsabile Sanitario, specialista in Medicina dello Sport;
    • Test da sforzo massimale con valutazione polmonare (test cardio polmonare) e saturazione O2 a riposo, durante e dopo sforzo;
    • Ecocardiogramma color doppler;
    • ECG a riposo;
    • ECG Holter 24hr (inclusivo di una seduta di allenamento o di sforzo);
    • Esame Spirometria Completo (FVC, VC, MVV);
    • Esami ematochimici;
    • Radiologia polmonare: TAC per COVID+;
    • Nullaosta infettivologico alla ripresa (per gli atleti COVID+).

Ai fini dell'ammissibilità le spese sostenute dovranno essere certificate dal presidente del collegio sindacale dell’ente richiedente oppure da un revisore legale, un commercialista, un consulente del lavoro o dal responsabile del centro di assistenza fiscale.

Le istanze di contributo dovranno essere trasmesse agli organismi sportivi di riferimento entro il 7 dicembre 2022:

  • per le società sportive professionistiche: alle rispettive Federazioni sportive nazionali oppure se diversamente indicato alle leghe che organizzano i rispettivi campionati;
  • per le società e associazioni sportive dilettantistiche: alle rispettive Federazioni sportive nazionali, alle Discipline sportive associate o agli enti di promozione sportiva presso cui sono associate.

La verifica dei requisiti di ammissibilità e il controllo delle spese è affidata agli stessi organismi che dovranno, entro 15 giorni dalla richiesta, trasmettere al Dipartimento per lo Sport le risultanze.

Il Dipartimento per lo Sport determinerà l'ammontare dei contributi. Non è prevista alcun tipo di graduatoria: i contributi saranno assegnati nel limite delle risorse disponibili, circa 73 milioni di euro. Se le richieste dovessero superare il limite delle risorse a disposizione, i contributi saranno ridotti proporzionalmente.

 

Fonte: DPCM 3 ottobre 2022

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua