L'articolo è stato letto 1003 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Barbara Cacciolari: Green Pass sì, ma no alle discriminazioni

Il Green Pass è uno strumento che può regolamentare la circolazione delle persone vaccinate sui territori ma a mio avviso, ribadisco il fatto che, vaccinarsi e raggiungere la cosiddetta immunità di gregge è l’unica strada per riprendere a vivere, a viaggiare, a muoversi più in sicurezza.

Il GREEN PASS Italia è già attivo ed ha ulteriori applicazioni rispetto a quello europeo che è entrato in funzione dal 1° luglio. I Green pass sono i documenti che permettono di spostarsi in tutta Italia (tra regioni di diverso colore) e tra i paesi dell'Unione europea. Ma non solo, sono infatti utili anche per chi deve fare visita a un parente ricoverato in una Rsa o per partecipare alle cerimonie. Si tratta di certificazioni che vengono rilasciate in ambito regionale, valide sul territorio nazionale e negli Stati membri dell'Unione europea. Il documento contiene un QR code per verificarne digitalmente l'autenticità e la validità. Il decreto, seguendo le indicazioni del Garante della privacy, indica chi e per quali motivi può verificare il Green pass, attraverso la lettura del codice a barre (Qr Code). Rientrano tra questi i pubblici ufficiali nell’esercizio delle proprie funzioni, il personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi, il proprietario o il legittimo detentore di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attività per partecipare ai quali

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua