L'articolo è stato letto 670 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Contributi a fondo perduto per discoteche, palestre, cinema e teatri

Firmato il decreto che attiva il Fondo da 140 milioni di euro previsto dal Sostegni bis destinato alle attività che hanno dovuto chiudere per legge a causa delle misure restrittive adottate per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. I termini per l’avvio delle richieste dei beneficiari verranno comunicati dall’Agenzia delle entrate.

attivato dal ministro Giancarlo Giorgetti il fondo da 140 milioni di euro per sostenere le attività d’impresa e professioni che sono rimaste chiuse per legge, in conseguenza delle misure restrittive adottate per fronteggiare l’emergenza Covid. Discoteche e sale da ballo sono alcune delle attività che potranno richiedere i contributi a fondo perduto fino a un massimo di 25 mila euro, per ciascun soggetto beneficiario, e a cui è destinata una quota pari a 20 milioni di euro del fondo istituito dal Ministero. Fino a 12 mila euro l'ammontare dei contributi che invece potranno essere richiesti da altre attività ammesse alla misura come palestre, impianti sportivi, parchi tematici, eventi di teatro, cinema, arte, fiere e cerimonie. Si tratta di risorse aggiuntive rispetto ai contributi già previsti per le attività d'impresa e professioni nei decreti Ristori e Sostegni. “È un provvedimento doveroso, promesso alle categorie che sono state costrette a restare chiuse per legge", dichiara il ministro dello Sviluppo economico Giorgetti. "È giusto - aggiunge - che discoteche, palestre e altre realtà in condizioni simili

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua