L'articolo è stato letto 1596 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Bonus bici: a chi e come chiederlo

Potrà essere richiesto da chi ha già acquistato, dal 1 agosto al 31 dicembre 2020 veicoli ecologici, abbonamenti al trasporto pubblico e servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile, rottamando al contempo un altro mezzo.

Il ministero dell’Economia ha stabilito le modalità per l'accesso al credito d'imposta per l'acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile. 

Introdotto dal Decreto Rilancio, nel pacchetto di incentivi alla mobilità sostenibile, rientra anche il bonus bici che spetta a chi nel periodo dall'1 agosto 2020 e al 31 dicembre 2020 ha acquistato monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile, avendo rottamato nello stesso periodo di riferimento un veicolo con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, anche usato, o un secondo veicolo di categoria M1 (veicoli per il trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente). 

Il mezzo rottamato doveva essere intestato da almeno dodici mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o ad uno dei familiari conviventi alla data di acquisto del medesimo veicolo, ovvero, in caso di locazione finanziaria del veicolo nuovo, doveva essere intestato, da almeno dodici mesi, al soggetto utilizzatore del suddetto veicolo o a uno dei familiari in questione. 

Quali sono gli acquisti effettuati dal 1° agosto al 31 dicembre 2020 che possono fruire del bonus bici ?

  • monopattini elettrici;
  • biciclette elettriche o muscolari;
  • abbonamenti al trasporto pubblico;
  • servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile.

Il credito di imposta è riconosciuto nella misura massima di 750 euro ed è utilizzato entro tre anni a decorrere dall’anno 2020. Sulla base di tutte le somme richieste e delle risorse a disposizione pari a 5 milioni di euro sarà stabilito l'importo effettivo del bonus bici spettante ad ogni beneficiario.

Una volta ottenuto, il bonus bici potrà essere utilizzato solo nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute e può essere fruito non oltre il 2023, relativamente al periodo di imposta 2022. Il bonus bici non è cumulabile con altre agevolazioni di natura fiscale aventi ad oggetto le medesime spese.

Ai fini dell'operatività del bonus bici si dovrà attendere apposito provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate che stabilira le modalità e le tempistiche di inoltro delle richieste.

 

Fonte: Decreto del 21 settembre

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua