L'articolo è stato letto 723 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Garanzie per i finanziamenti nel settore turistico

Istituita la "Sezione speciale turismo" all’interno del Fondo di garanzia per la concessione di garanzie su finanziamenti per interventi di riqualificazione energetica, innovazione digitale, investimenti e per garantire il fabbisogno di liquidità. Saranno altresì rilasciate garanzie ai giovani di età fino a 35 anni che intendono avviare un’attività nel settore turistico.

Nel Capo I del D.l. 6 novembre 2021, n. 152 disposizioni urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) viene attivato il "Pacchetto Turismo" che potrà contare su 2,4 miliardi e introduce i seguenti aiuti:

L'art. 2 Garanzie per i finanziamenti nel settore turistico istituisce la "Sezione speciale turismo" all'interno del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese presso il Mediocredito Centrale – di cui all’articolo 2, comma 100, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662 a cui potranno fare ricorso imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499 e per importi massimi fino a 5 milioni di euro per singola impresa. Potranno, altresì, accedere alla sezione speciale i giovani di età fino a 35 anni che intendono avviare un’attività nel settore turistico. 

La sezione speciale presenta una dotazione complessiva di 358 milioni di euro, di cui 100 milioni per il 2021, 58 per il 2022, 100 per il 2023 e 50 milioni per ciascuno degli anni 2024 e 2025, con una riserva del 50% dedicata agli interventi volti al supporto degli investimenti di riqualificazione energetica. 

La garanzia potrà essere rilasciata a imprese alberghiere, strutture che svolgono attività agrituristica, strutture ricettive all'aria aperta nonché imprese del comparto turisticoricreativofieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici ed i parchi tematici su finanziamenti concessi per la realizzazione di interventi di riqualificazione energetica e innovazione digitale o finalizzati ad assicurare la continuità aziendale delle imprese del settore turistico e garantire il fabbisogno di liquidità e gli investimenti.

Successivamente alla scadenza della disciplina emergenziale di cui all’articolo 13, 7 comma 1 del Decreto Liquidità – che prevede la copertura in garanzia diretta dell’80% del finanziamento e la riassicurazione del 100% dell’importo garantito da un Confidi o da altro fondo di garanzia (fino ad un massimo del 90% dell’operazione finanziaria), la copertura massima della garanzia viene ridotta rispettivamente al 70% in garanzia diretta e all’80% in riassicurazione (fino ad un massimo dell’80% dell’operazione finanziaria).

Le garanzie a valere sulla sezione speciale vengono rilasciate:

  • senza l'applicazione del modello di valutazione del merito creditizio dell’impresa beneficiaria
  • possono essere concesse anche in favore dei soggetti che, alla data di richiesta della garanzia, presentano esposizioni classificate come inadempienze probabili, esposizioni scadute o sconfinanti deteriorate nei confronti del soggetto finanziatore, purché tale classificazione non sia stata effettuata prima del 31 gennaio 2020
  • su operazioni finanziarie già perfezionate con l’erogazione da non oltre tre mesi da parte del soggetto finanziatore, che dovrà poi trasmettere al gestore del Fondo una dichiarazione attestante la riduzione del tasso di interesse applicata al soggetto beneficiario sul finanziamento garantito, per effetto della sopravvenuta concessione della garanzia
  • a fronte di operazioni di ristrutturazione del debito, a condizione che il nuovo finanziamento preveda l’erogazione di almeno il 25% di credito aggiuntivo rispetto al debito in essere del finanziamento da ristrutturare e che abbia un costo minore o una durata maggiore.

La sezione speciale presenta una dotazione complessiva di 358 milioni di euro, di cui 100 milioni per il 2021, 58 per il 2022, 100 per il 2023 e 50 milioni per ciascuno degli anni 2024 e 2025, con una riserva del 50% dedicata agli interventi volti al supporto degli investimenti di riqualificazione energetica. Tale dotazione potrà essere incrementata - attraverso l’apporto di contributi da parte di Regioni, di Cassa depositi e prestiti S.p.A. e di SACE S.p.a. 

Ai fini dell'operatività si dovrà attendere la conversione del decreto-legge in legge, percorso che avverrà entro il prossimo 6 gennaio 2022 e successivamente Mediocredito Centrale aggiornerà le disposizioni operative del Fondo di Garanzia.

 

Fonte: D.l. 6 novembre 2021, n. 152

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua