L'articolo è stato letto 1707 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Voucher connettività imprese: rimodulazione risorse

Il valore del voucher varia da 300 a 2.500 euro ed è concesso sotto forma di sconto sul prezzo dei piani di connessione a Internet in banda ultra larga sottoscritti presso gli operatori accreditati. L’incentivo potrà essere richiesto fino ad esaurimento delle risorse stanziate e comunque non oltre il 15 dicembre 2022. 

Il Voucher Connettività Imprese è un incentivo, varato dal Ministero delle imprese e del made in Italy, per rendere più accessibile, alle micro, piccole e medie imprese e ai professionisti titolari di partita IVA, la fruizione di servizi di connettività a banda ultralarga. Si tratta di un intervento che rientra nell’ambito della Strategia italiana per la banda ultralarga ed è anche tra le priorità indicate nel PNRR.

Gli interventi sono finanziati a valere su risorse statali del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, per un ammontare complessivo di circa 589 milioni di euro.

Con Decreto direttoriale 24 novembre 2022 il Ministero ha variato l'allocazione finanziaria tra le tipologie di voucher. La ripartizione prevista è la seguente:

  • al finanziamento dei voucher di tipologia A viene destinato il 15% delle risorse stanziate, distribuito per il 14% a favore dei voucher A1 e per l’1% a favore dei voucher A2;
  • al finanziamento dei voucher di tipologia B viene destinato il 20% delle risorse stanziate;
  • al finanziamento dei voucher di tipologia C viene destinato il 65% delle risorse stanziate.

Il voucher è destinato a:

  • micro, piccole e medie imprese
  • persone fisiche titolari di partita IVA che esercitano, in proprio o in forma associata, una professione intellettuale (articolo 2229 del Codice civile) o una delle professioni non organizzate (legge 14 gennaio 2013, n. 4).

Di seguito la descrizione delle diverse tipologie di voucher.

  • Voucher A1
    • Voucher con contributo di connettività pari a 300 euro per un contratto della durata di 18 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa nell’intervallo 30 Mbit/s – 300 Mbit/s.
  • Voucher A2
    • Voucher con contributo di connettività pari a 300 euro per un contratto della durata di 18 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa nell’intervallo 300 Mbit/s – 1 Gbit/s. Per connessioni che offrono velocità pari ad 1 Gbit il voucher potrà essere aumentato di un ulteriore contributo fino a 500 euro a fronte di costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari.
  • Voucher B
    • Voucher con contributo di connettività pari a 500 euro per un contratto della durata di 18 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa nell’intervallo 300 Mbit/s – 1 Gbit/s. Per connessioni che offrono velocità pari ad 1 Gbit il voucher potrà essere aumentato di un ulteriore contributo fino a 500 euro a fronte di costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari.
    • (Per tale tipologia di voucher è prevista una soglia di banda minima garantita pari ad almeno 30 Mbit/s).
  • Voucher C
    • Voucher con contributo di connettività pari a 2.000 euro per un contratto della durata di 24 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download superiore ad 1 Gbit/s. Il voucher potrà essere aumentato di un ulteriore contributo fino a 500 euro a fronte di costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari.
      (Per tale tipologia di voucher è prevista una soglia di banda minima garantita pari ad almeno 100 Mbit/s).

I beneficiari possono richiedere il voucher ad uno qualunque degli operatori di telecomunicazioni accreditati, fino ad esaurimento delle risorse stanziate e, comunque, entro il 15 dicembre 2022.

Con la Commissione europea è in corso un'interlocuzione per prorogare la misura di un ulteriore anno, fino a dicembre 2023.

La misura prevede il riconoscimento di un contributo, sotto forma di sconto, sul prezzo di vendita dei canoni di connessione ad internet in banda ultra larga.

Le risorse destinate alla misura, volta alla digitalizzazione delle imprese, sono pari complessivamente a 608.238.104,00 euro.

 

Fonte: Decreto 24 novembre 2022, Decreto 23 dicembre 2021, Decisione Commissione europea 15 dicembre (C2021) 9549, Delibera CIPE 7 agosto 2017, n. 71

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua