L'articolo è stato letto 1646 volte

facebook
twitter
0
linkedin share button

Contributo per gli acquacoltori a compensazione della crisi Ucraina

Il contributo è destinato a sostenere gli acquacoltori attraverso la concessione di una compensazione finanziaria per il mancato guadagno e per i costi aggiuntivi sostenuti a causa della perturbazione del mercato dovuta alla guerra di aggressione della Russia nei confronti dell’Ucraina e ai suoi effetti sulla catena di approvvigionamento dei prodotti dell’acquacoltura.

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato il bando, in attuazione della Misura straordinaria 5.68 par 3 Misure a favore della commercializzazione - Compensazione crisi Ucraina. Le risorse stanziate ammontano a € 2.212.897,00. Tale misura intende sostenere gli acquacoltori attraverso la concessione di una compensazione finanziaria per il mancato guadagno e per i costi aggiuntivi sostenuti a causa della perturbazione del mercato dovuta alla guerra di aggressione della Russia nei confronti dell’Ucraina e ai suoi effetti sulla catena di approvvigionamento dei prodotti dell’acquacoltura. Destinatari sono le imprese acquicole in forma cooperativa o in altra forma purché non associata a cooperativa, che svolgono attività di acquacoltura in maniera esclusiva o prevalente, purché in possesso dei seguenti requisiti più puntualmente descritti nel bando: sede legale e/o almeno una sede operativa nel territorio regionale risultanti dalla visura camerale o comprovate da concessione demaniale, da affidamento ex articolo 45 bis del Codice della navigazione ovvero, per le aree interne, da altro titolo di disponibilità dell’area nella quale ha esercitato l’attività durante il periodo 24/02/2022 - 31/12/2022;

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua