L'articolo è stato letto 1776 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Patent box, restrizioni in arrivo per marchi e know how

Dal 1° luglio 2016 non sarà più possibile optare per il patent box per i marchi commerciali, mentre per il know how sarà necessaria una certificazione ad hoc.

Importanti novità in arrivo per il regime del Patent box, che permette l'esclusione dalla base imponibile fino al 50% del reddito derivante dall'utilizzo di opere dell'ingegno, da brevetti industriali, da marchi d'impresa da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili. Secondo quanto previsto dalla nuova legge di stabilità per il 2016, dal 1° luglio 2016 non sarà più possibile optare per il patent box per i marchi commerciali, mentre per il know how sarà necessaria un'apposita certificazione. Il beneficio, di durata quinquennale, non sarà rinnovabile. In base alle vigenti disposizioni, che saranno ufficializzate con la pubblicazione in G.U. del decreto attuativo, il beneficio consiste nell'esclusione dalla base imponibile di una quota pari al 30% nel 2015, al 40% nel 2016 e al 50% nel 2017 del reddito derivante dall’utilizzo di opere dell’ingegno. L'obiettivo è quello di incentivare le imprese a registrare i brevetti e le innovazioni in Italia, senza invece farlo all’estero per usufruire di una tassazione più agevolata. Tuttavia, per adeguare la normativa italiana alla raccomandazione

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua