L'articolo è stato letto 2627 volte
Piemonte • Estero, Italia, Europa

facebook
twitter
0
linkedin share button

Contributi per l'acquisizione di aziende in crisi

Slittano i termini per accedere al bando rivolto a piccole, medie e grandi imprese, italiane o estere, per agevolare l’acquisizione di aziende in crisi, rami d’azienda, oppure di un impianto, uno stabilimento produttivo o un centro di ricerca localizzati in Piemonte già chiusi o che, se non fossero acquisiti, chiuderebbero per cessazione dell’attività, con l’obiettivo di contrastare i processi di deindustrializzazione in atto, recuperare i siti industriali dismessi o a rischio di dismissione e favorire il mantenimento o il recupero dei livelli occupazionali. 

La Regione Piemonte ha prorogato, alle ore 17.00 del 31 dicembre 2021, i termini per accedere al bando "Interventi integrati per l'acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi chiusi o a rischio di chiusura". Il bando intende agevolare l’acquisizione (intesa come acquisizione degli attivi, sia materiali che immateriali, direttamente connessi all’attività) di un’azienda in crisi, di un ramo d’azienda, oppure di un impianto, di uno stabilimento produttivo o di un centro di ricerca localizzati in Piemonte già chiusi o che, se non fossero acquisiti, chiuderebbero per cessazione dell’attività. Può agevolare, inoltre, l’affitto, esclusivamente se finalizzato alla successiva acquisizione e, altresì, le acquisizioni di singoli lotti funzionali relativi alle fattispecie sopra indicate, proposte, eventualmente, da diversi soggetti imprenditoriali beneficiari. L'articolo è stato redatto in collaborazione con Finpiemonte S.p.A.  - Per Informazioni www.finpiemonte.it - finanziamenti@finpiemonte.it - Tel. 011/5717777 dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,30. L’ammontare iniziale di risorse assegnate è pari a: € 2.529.104,83

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua