L'articolo è stato letto 9538 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Prestiti garantiti Sace: fino a dieci anni ma scende la garanzia

Prorogato sino al 31 dicembre 2021 l'intervento della garanzie SACE. Si allungano i tempi di restituzione dei finanziamenti fino a 10 anni ma sulle nuove operazioni la garanzia scende all'80%. 

Considerato il perdurare delle difficoltà economiche nelle circostanze eccezionali della pandemia di Covid-19 al fine di consentire alle imprese di poter continuare a beneficiare delle garanzie sui finanziamenti alle medesime condizioni agevolate vigenti oggi il Decreto Imprese prevede un ulteriore proroga dal 30 giugno 2021 al 31 dicembre 2021 della garanzie SACE.

Sulle operazioni in essere, aventi durata non superiore a 72 mesi (sei anni) e già garantite da SACE, nel caso di prolungamento della durata dell’operazione accordato fino ad una massimo di 120 mesi (10 anni) può essere richiesta la pari estensione della garanzia.

Dal 1 luglio 2021, sulle nuove operazioni di finanziamento della durata massima di 10 anni la garanzia scende all'80%.

Bruxelles ha concesso l’allungamento dei prestiti richiedendo contestualmente una riduzione delle misure di aiuto pubbliche.

Ai fini dell'operatività di quanto disposto dal Decreto Sostegni bis si dovrà attendere l'autorizzazione della Commissione europea e le modifiche alle disposizioni operative del Fondo da parte di SACE.

 

Si rammenta che già l'art. 1, commi da 206 a 209 della legge di Bilancio 2021 ha introdotto la proroga fino al 30 giugno 2021 la concessione di garanzie SACE in precedenza previste fino al 31 dicembre 2020. Vengono inoltre ampliate le possibilità di rilascio delle suddette garanzie ossia, possono essere rilasciate anche in relazione a:

  • cessioni di crediti, senza garanzia di solvenza prestata dal cedente (c.d. cessioni prosoluto), effettuate a banche / intermediari finanziari (in precedenza la garanzia era rilasciata alle cessioni di crediti con garanzia di solvenza). La nuova disposizione trova applicazione alle garanzie concesse successivamente al 31 dicembre 2020;
  • finanziamenti destinati in quota parte alla rinegoziazione/consolidamento di finanziamenti esistenti. A tal fine è richiesto che il finanziamento preveda l’erogazione di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 25% dell’importo del finanziamento oggetto di rinegoziazione e che il rilascio della garanzia sia idoneo a determinare un minor costo e/o una maggior durata del finanziamento rispetto a quello oggetto di rinegoziazione. La nuova disposizione trova applicazione alle garanzie concesse successivamente al 31 dicembre 2020.

Inoltre, la Garanzia SACE è rilasciata anche alle società di medie dimensioni (mid cap) ossia con un numero di dipendenti non inferiore a 250 e non superiore a 499 (sulla base delle unità di lavoro-anno rilevate per l'anno 2019), secondo le seguenti modalita:

  • a decorrere dal 1 marzo 2021 e fino al 30 giugno 2021:
    • alle stesse condizioni agevolate del Fondo PMI;
    • con copertura al 90% del finanziamento;
    • per un importo massimo garantito di 5 milioni di euro;
    • per importo inferiore a 5 milioni di euro, in caso di capitale non rimborsato da eventuali finanziamenti già assistiti dalla garanzia del Fondo PMI.
  • a decorrere dal 1 luglio 2021 le imprese mid cap possono accedere alle garanzie a condizioni di mercato e per una percentuale di copertura fino all’80% dell’importo del finanziamento.

Viene anche modificata la disciplina inerente le attribuzioni di SACE  (comma 14 bis dell'art 6 del D.L. 269/2003) al fine di specificare la percentuale di copertura delle garanzie e:

  • consentirne il rilascio oltre che in favore di banche, istituzioni finanziarie e altri soggetti abilitati all’esercizio del credito in Italia, anche in favore delle imprese di assicurazione, nazionali o internazionali, autorizzate all’esercizio del ramo credito e cauzioni, 
  • consentire a SACE di rilasciare, a condizioni di mercato e in conformità alla normativa europea, garanzie sotto qualsiasi forma in favore di sottoscrittori di prestiti obbligazionari, cambiali finanziarie, titoli di debito e altri strumenti finanziari emessi da imprese con sede in Italia.

Sace può rilasciare la garanzia anche in relazione a operazioni destinate in quota parte alla rinegoziazione o consolidamento di finanziamenti esistenti purché il finanziamento preveda l'erogazione di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 25% dell'importo del finanziamento oggetto di rinegoziazione e a condizione che sia idonea a determinare un minor costo o una maggior durata del finanziamento rispetto a quello oggetto di rinegoziazione.

 

Fonte: Legge 30 dicembre 2020, n. 178, G.U.R.I. 30 dicembre 2020, n. 322, s. 46, Legge di conversione 5 giugno 2020, n. 40, G.U.R.I. 6 giugno 2020, n. 143, D.L. 8 aprile 2020, n. 23, G.U.R.I. 8 aprile 2020, n. 94

 

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua