L'articolo è stato letto 1196 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI esportatrici

Le PMI esportatrici potranno accedere a un finanziamento agevolato e ad un contributo a fondo perduto destinato almeno per la metà dell'importo a investimenti per la transizione digitale e per la restante quota a investimenti per transizione ecologica e internazionalizzazione. Dal 21 ottobre si potrà caricare il modulo di domanda firmato digitalmente. Invio delle domande dal 28 ottobre.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il comunicato dell'avvenuta adozione da parte del Comitato Agevolazioni delle delibere attuative che rifinanziano il Fondo 394/81 dedicato all'internazionalizzazione delle PMI.

Il Fondo, rifinanziato per 1,2 miliardi di euro dalle risorse dell'Unione Europea - NextGenerationUe stanziate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) attiva i seguenti interventi:

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda tra le tre tipologie di intervento.

L'intervento Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale ha la finalità di sostenere la realizzazione di investimenti:

  • digitali per una quota minima pari al 50%;
  • volti a promuovere la sostenibilità e la competitività sui mercati internazionali per il restante 50%.

Possono accedere sole PMI italiane, costituite in forma di società di capitali e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi. Ai fini dell'ammissibilità il fatturato estero degli ultimi due esercizi rappresenti almeno il 20% del fatturato aziendale totale, oppure pari ad almeno il 10% del fatturato dell'ultimo esercizio.

L'agevolazione è un finanziamento agevolato per il 75% della spese ammissibili al tasso del 0,055% annuo e un contributo a fondo perduto per il restante 25%. Se l'azienda ha almeno una sede operativa, da almeno 6 mesi, in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia la quota del contributo a fondo perduto è elevata al 40%. Il contributo verrà erogato in due tranche: il 50% a titolo di anticipo e il 50% come saldo. Il cofinanziamento a fondo perduto in regime di Temporary Framework è concedibile per le richieste deliberate fino al 31 dicembre 2021.

Sulla quota di finanziamento è possibile richiedere l'assenza di garanzie, e il finanziamento non è segnalato in Centrale Rischi. SIMEST ha la facoltà di richiedere comunque una garanzia sulla base della classe di scoring in cui l'azienda è inserita.

Il finanziamento ha una durata di 6 anni, con 2 di pre-ammortamento, e un importo massimo finanziabile di 300mila euro che non può comunque superare il 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

La fase di inoltro della domanda prevede due fasi:

  • Fase di pre-apertura
    • A partire dalle ore 09:00 del 21 ottobre 2021 le imprese potranno caricare sul Portale la pre-compilazione delle richieste, fino al caricamento del modulo di domanda firmato digitalmente, comprensivo di eventuale documentazione da allegare.
    • Per poter accedere al portale è necessario acquisire una posizione nella coda virtuale e, una volta ammessi all’interno del portale, si avrà a disposizione un periodo determinato di tempo per poter compilare la pratica, dopo di che l’utente verrà rimesso in coda. La fase di pre-compilazione si chiude alle ore 19:00 del 27 ottobre 2021
    • Nella fase di pre-apertura, gli utenti ancora in coda alle ore 19:00 manterranno la posizione acquisita e potranno accedere a partire dalle ore 09:00 del del giorno successivo.
  • Fase di apertura
    • Dalle ore 09:30 del 28 ottobre 2021 sarà possibile accedere al Portale e inoltrare le domande precaricate. Ogni PMI potrà presentare una richiesta soltanto e nel caso in cui avesse già creato una bozza di richiesta di finanziamento, l’eventuale creazione di una nuova bozza sostituirà la precedente.
    • Per poter accedere al portale è necessario acquisire una posizione nella coda virtuale, con le stesse modalità indicate per l'accesso alla pre-apertura del portale. Da ricordare che questa operazione non può essere effettuata prima delle ore 9:30 del 28 ottobre.
    • Il portale resterà aperto dalle ore 09:00 alle ore 19:00, dal lunedì al venerdì, fino alle ore 18:00 del 3 dicembre 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse complessive disponibili.

 

Fonte: Comunicato, G.U.R.I. 4 ottobre 2021, n. 237

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua