L'articolo è stato letto 2025 volte
Nazionale • Veneto

facebook
twitter
0
linkedin share button

Ristori energia e gas per ceramica e vetro artistico

Al fine di contenere gli effetti negativi causati dalla pandemia e dagli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale, le imprese del settore della ceramica artistica e tradizionale e del vetro artistico di Murano potranno accedere ai contributi per il pagamento delle bollette del gas naturale e dell'energia elettrica.

Il Fondo a sostegno della ceramica artistica e del vetro artistico di Murano, con una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro, è operativo.

Le imprese del settore della ceramica artistica e tradizionale e del vetro artistico di Murano, la cui attività è individuata dai codici ATECO 2007 23.1 o ATECO 2007 23.41, con sede operativa nell’isola di Murano (comune di Venezia), potranno fare domanda per richiedere contributi a fondo perduto dedicati al pagamento di una parte rilevante delle bollette di gas e dell’energia elettrica di quest’anno

Sono ammissibili all’agevolazione a fondo perduto le spese per le bollette energetiche nel periodo compreso tra il 16 maggio ed il 31 agosto 2022, per le sole forniture di gas naturale ed energia elettrica relative a sedi operative ubicate nell’isola di Murano (comune di Venezia).

Il contributo è a fondo perduto ed è erogato in via anticipata.

Per le bollette del gas naturale è pari a:

  • prodotto tra i consumi effettivi su base mensile e il differenziale tra il prezzo del gas naturale nel periodo compreso tra il 16 maggio ed il 31 agosto 2022 e un prezzo convenzionalmente fissato in misura pari a 0,25 €/mc. Il prezzo del gas naturale è determinato facendo riferimento al prezzo unitario (€/UM) riportato nelle bollette per la fornitura mensile nel periodo considerato e relativo alle voci (Materia prima gas + Adeguamento PCS Materia prima gas).

Per le bollette dell’energia elettrica è pari a:

  • prodotto tra i consumi effettivi su base mensile e il differenziale tra il costo medio unitario dell’energia elettrica su base mensile, nel periodo compreso tra il 16 maggio ed il 31 agosto 2022, e un costo medio fissato in misura pari a 0,070 €/kWh. Il costo medio unitario dell’energia elettrica su base mensile è pari al rapporto tra quanto fatturato per la voce spesa per la materia energia e i kWh fatturati.

Non sono ammesse all’agevolazione le spese relative a imposte e tasse. L’imposta sul valore aggiunto è ammissibile all’agevolazione solo se rappresenta per l’impresa un costo effettivo non recuperabile.

Le agevolazioni non sono cumulabili - sugli stessi costi - con nessun’altra agevolazione pubblica nazionale, europea o regionale.

Entro 10 giorni dalla data di erogazione del contributo anticipato, l’impresa beneficiaria è tenuta a trasmettere all’indirizzo segreteriainnovazione@postacert.invitalia.it attestazione dell’avvenuto pagamento della bolletta tramite copia della corrispondente fattura quietanzata.

Le domande di contributo possono essere presentate continuativamente all’indirizzo di Invitalia segreteriainnovazione@postacert.invitalia.it dal 17 maggio 2022 ed entro il termine del 15 settembre 2022, utilizzando l’apposito modulo.

 

Fonte: Decreto 13 maggio 2022, Decreto 29 marzo 2022

 

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua