L'articolo è stato letto 1109 volte

facebook
twitter
0
linkedin share button

Impresa formativa: creazione d'impresa di giovani e donne

Al via al bando finalizzato a promuovere e sostenere processi di autoimprenditorialità con l’obiettivo di contribuire a creare nuove opportunità di occupazione, con particolare riferimento alla popolazione femminile ed in età giovanile.

La Regione Lazio lancia un nuovo bando "Impresa Formativa. Incentivi per la creazione d'impresa a favore dei giovani e delle donne del Lazio" che sostiene la creazione d’impresa con la concessione di contributi a fondo perduto a giovani under 35 e a donne (senza limiti di età, a partire dai 18 anni) che si trovino nello stato di disoccupazione e siano disposti a intraprendere un percorso di autoimprenditorialità di 24 mesi.

Le risorse stanziate ammontano a 10 milioni di euro, così suddivise:

  • euro 5.000.000 per imprese giovanili tra 18 anni e 35 anni  (Priorità “Giovani”);
  • euro 5.000.000 per imprese femminili di età superiore a 18 anni (Priorità “Occupazione”)

L’intervento si caratterizza per la concessione di un contributo a fondo perduto, finalizzato alla strutturazione di percorsi di autoimprenditorialità della durata di 24 mesi, per la costituzione e all’avviamento di attività di micro e piccole imprese femminili e giovanili, anche di tipo cooperativo e a finalità sociali, con sede e/o unità locale operativa nel territorio della Regione Lazio.

L’avviso è articolato in quattro fasi procedurali

  • Fase A: Percorso di accompagnamento all’accesso all’iniziativa:
    • In questa fase i potenziali destinatari devono definire l’oggetto della futura attività imprenditoriale e scegliere la “forma giuridica”, anche tenendo conto delle dimensioni del gruppo, e sviluppare l’idea progettuale che illustri oggetto, finalità e caratteristiche dell’attività che si intende avviare.
  • Fase B: Accesso e selezione delle idee progettuali
    • In questa fase i potenziali destinatari devono presentare l'idea progettuale corredata di idonea documentazione. Sarà la Regione a effettuare una valutazione e procederà alla pubblicazione dell’elenco delle idee progettuali ammesse e non ammesse alla successiva Fase C
  • Fase C: Definizione del Business Plan e presentazione della domanda di contributo
    • I soggetti ammessi svilupperanno il business plan che illustra, sull’orizzonte temporale di 24 mesi, l’attività in relazione alla quale si richiede il contributo.
  • Fase D: Costituzione dell’impresa e acquisizione del finanziamento
    • I destinatari le cui proposte progettuali avranno superato la valutazione prevista per la fase C come da relativa graduatoria provvisoria pubblicata, avranno l’obbligo per accedere ai finanziamenti di costituirsi come impresa entro 30 giorni dalla sua pubblicazione

L'impresa da costituire deve avere meno di 10 addetti. Per le attività di consulenza o professionali è possibile accedere alle agevolazioni esclusivamente in forma di associazione o società tra professionisti. Per persone fisiche di età non superiore a 35 anni si intendono coloro che, alla data di presentazione della domanda di contributo, non hanno compiuto il trentaseiesimo anno di età.

Il contributo a fondo perduto sarà pari al 100% dell’importo previsto nel piano finanziario nel caso di investimenti tra i 30mila e i 50mila euro; al 90% tra i 50mila e i 75mila euro; all’80 per cento tra i 75mila e i 100mila euro

Le domande di erogazione del contributo dovranno comunque essere trasmesse dalle ore 09.00 del 29 marzo 2022 fino alle ore 12.00 del 27 giugno 2022.

 

Fonte: Determinazione 16 marzo 2022, n. G03112, Regione Lazio

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua